Castar realta aumentata

Castar nasce per unire il mondo fisico al mondo virtuale attraverso un sistema olografico 3D come proiezioni in AR (ambientazione completamente in VR).
Vogliamo ringraziare tutti coloro che sono impegnati nella nostra campagna Kickstarter. Se hai perso la campagna Kickstarter e desideri comunque ordinare Castar o uno qualsiasi dei suoi accessori puoi visitare www.technicalillusions.com.

Ricordate: pubblicheremo aggiornamenti Kickstarter sul nostro sito e sul forum.

Continueremo ad impegnarci e a divulgare i nostri progressi raccondandoli in manifestazioni pubbliche e fiere, dando ampio spazio ai vostri feedback.

Che cosa è Castar?

Castar è un sistema di realtà Aumentata.

Tutto è cominciato con la visione di Star Wars Episodio IV. L’immaginario futuritico ha scatenato la nostra immaginazione su ciò che poteva essere il futuro, vedendo i personaggi R2-D2 e Chewbacca giocare con un gioco di scacchi in olografica 3D.

Ci sono voluti quasi 35 anni dalla visione di quel film per trasformare la finzione in realtà, materializzata con Castar.

Castar fornisce una soluzione di monitoraggio dell’ambiente molto veloce e molto precisa; consente di modificare la vostra esperienza in un mondo 3D mentre si è liberi di muovervi dentro di esso.

La prima preoccupazione nello sviluppo del sistema CASTAR è stato quello di colmare il divario tra il mondo fisico e il mondo virtuale attraverso l’uso di due periferiche uniche : la bacchetta magica e il tracciamento griglia RFID (Radio Frequency IDentification).

La bacchetta magica è nuovo tipo di controller che consente di posizionare le cose nello spazio e successivmanete si controllano con un joystick , il tutto con una sola mano. L’ RFID “monitoraggio griglia” consente di identificare in modo univoco gli oggetti, monitorarli e aumentare la loro dimensione su tutta la superficie.

Un altro obiettivo di Castar era quello di un occhiale confortevole e dal piacevole design per il pubblico.

Gli occhiali peseranno meno di 100 grammi, ovvero leggermente più pesanti di un paio di occhiali da sole.

Castar ha pensato a tutti, se portate gli occhiali da vista, CASTAR ha progettato un attacco comodo alle vostre lenti da vista.

Castar non richiede alcuna calibrazione o regolazione basta mettere gli occhiali e giocare.

Infine, ci siamo sforzati di rendere il display più versatile possibile.

Come funziona?

Il sistema di realtà aumentata di CASTAR è costituito da due componenti principali:

– un paio di occhiali

– una superficie.

– Le cornici dei vetri contengono due micro-proiettori, uno per ogni occhio.

Ogni proiettore riflette una vista prospettica di una immagine stereoscopica 3D sulla superficie.

I tuoi occhi si concentrano su questa immagine proiettata a una distanza di visione molto naturale e confortevole.

Una piccola telecamera tra i proiettori analizza i marcatori di identificazione a infrarossi posizionati sulla superficie.

La fotocamera utilizza questi indicatori per monitorare con precisione la posizione della testa e l’orientamento nel mondo fisico, consentendo al software di regolare con precisione come la scena olografica dovrebbe apparirvi.

Gli occhiali acquisiscono il segnale video attraverso una connessione HDMI. La fotocamera è collegata tramite una porta USB del PC.

Stiamo ancora sperimentando opzioni di comunicazione per i dispositivi mobili.

La superficie è fatta di materiale a lastra retroriflettente, simile al tipo utilizzato nei segnali stradali e indumenti di sicurezza ad alta visibilità. Il vantaggio principale di questo materiale è che rimbalza la bassa disperzione nel rimbalzo della luce.

Dal momento che la tua visione è focalizzata ad una distanza naturale, non sussistono problemi di affaticamento dei tuoi occhi.

La Realtà Aumentata proiettata ti permette di vedere simultaneamente ambienti sia virtuali che reali.

Un aspetto importante del corpo è che lavora nel mondo reale creando il nostro equilibrio attraverso la sincronizzazione dell’occhio e dell’orecchio.
Quando si è in grado di vedere il mondo fisico, la vista e l’orecchio resteranno in sincronia con i movimenti.
La maggior parte delle persone che hanno provato CASTAR non hanno sofferto di nausea o cinetosi quando hanno utilizzano CASTAR nella modalità di realtà aumentata.

Sviluppo Software

Sul lato software, agli sviluppatorioffriamo diverse opzioni.

Castar Software Development Kit: Per la personalizzazione dei giochi o altra applicazione, è possibile utilizzare l’ SDK per ottenere l’accesso ai dati di tracciamento.

Integrazione Unity: Basta creare un GameObject vuota e aggiungere il nostro script di interfaccia.

Vi forniremo giochi demo e di altri progetti di esempio per contribuire a dare un’idea sulle potenzialità del sistema.

Potenziale: è in discussioni con gli sviluppatori la possibilità di aggiungere un supporto per le applicazioni VR già esistenti.

L’integrazione Unity e l’SDK saranno disponibili gratuitamente.

Abbiamo anche intenzione di rendere free molti dei nostri test/samples per il pubblico.

Se sei uno sviluppatore e vuoi saperne di più, non esitate a contattarci attraverso il nostro sito.

Quali sono le componenti di Castar?

Gli occhiali Castar contengono un insieme di due micro proiettori ad alta risoluzione. Ogni proiettore (120 hert) è indipendente ed ha un fattore di riempimento visivo molto elevato (cioè nessun effetto zanzariera).

La superficie retroriflettente elimina la maggior parte del cross talk tra proiettori. C’è anche una fotocamera integrata di tracking.
Sono facilmente adattabili agli occhiali da vista; peso finale dovrebbe essere inferiore a 100 grammi.

Qual è la storia che ha portato allo sviluppo di CASTAR?

E ‘iniziato come una illuminazione intorno a maggio del 2012, Jeri era ( come al solito) a lavorare nel laboratorio hardware di Valve Software in un ora tarda della notte. Stava facendo alcuni esperimenti con un proiettore e vide un flash inatteso di luce sul lato opposto della stanza.

Ha osservato che quando il proiettore splendeva su una superficie particolare produceva un flash estremamente luminoso. Ha indagato sulla causa di questo riflesso e ha scoperto che la causa era dovuta a un pezzo di materiale retro-riflettente.
Jeri ha subito capito che questo materiale poteva essere utilizzato come una superficie ottimale per la proiezione di immagini. Il materiale risultava molto efficiente nel rimbalzare la luce, e la sperimentazione è continuata con piccoli micro proiettori che emettevano piccole quantità di luce e ancora era possibile vedere un’immagine molto luminosa.

Il primo prototipo creato da Jeri fu chiamato “Testa di Granchio” per la sua grande dimensione e il suo peso eccessivo.

Era costituito da due proiettori della dimensione di un cellulare ed era in grado di visualizzare un’immagine statica.

Tuttavia, il prototipo a testa di granchio è stato sufficiente a dimostrare l’utilizzo come dispositivo AR , così è iniziato il progetto di un nuovo prototipo.

Rick aveva lavorato presso la Valve Software per quasi quattro anni e le lamentele di Jeri si facevano sentire sul nuovo prototipo AR, in quanto non riusciva a trovare nessuno che lo aiutasse con il software.

Rick, decise di castardedicare il suo tempo libero a Jeri. Rick trascorse i successivi cinque mesi nello sviluppo di un sistema di prototipazione indispensabile per creare una esperienze di test AR.

Nel frattempo Jeri continuava a lavorare sui prototipi creando design sempre più piccoli.

Nel corso dei successivi otto mesi, Jeri e Rick hanno trascorso una media di 14 ore al giorno, 5-6 giorni alla settimana, coinvogliando la maggior parte della loro energia e dei loro risparmi personali fino ad arrivare alla creazione di CASTAR. Siamo nel 2013.

Castar accessori

Anticipando la necessità di crowdfunding per raccogliere capitali e portare il prodotto finito sul mercato, hanno deciso che il modo migliore era quello della sperimentazione personale.

Nel maggio 2013, Castar è stato presentato al Maker Faire Bay Area. Lo spettacolo è stato un successo enorme, ha generando curiosità ed eccitazione.
La fila per era lunga almeno un’ora ogni giorno.

Negli ultimi 6 mesi, Castar è stata presente in più di una mezza dozzina di fiere e convegni, nel mentre ha continuato ad affinare e migliorare l’hardware e il software.

Stiamo esplorando altri modi per portare il mondo fisico al mondo virtuale.

Ciottino

About Andrea Ciotti

Andrea Ciotti, Web Designer, Web Marketing Consultant, specializzato in SEO, ha un’esperienza più che decennale in ambito web, è consulente web marketing per molte piccole e grandi aziende italiane. Appassionato di tecnologia e design, visori 3D, Oculus Rift, schede video e assemblaggio PC versione Gamers Extreme!!!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

- price7 - auction1